Sol Invictus

Sotto il Sole

Mescolanze antiche e recenti nei siciliani e italiani meridionali

Post rivisto il 03/07/2017
Ancient and recent admixture layers in Sicily and Southern Italy trace multiple migration routes along the Mediterranean – Stefania Sarno et al. – Scientific Reports (2017) – doi:10.1038/s41598-017-01802-4

Dall’estratto, traduzione libera.
Le coste mediterranee estendentisi tra Sicilia, Italia meridionale e Balcani meridionali hanno visto una lunga serie di processi migratori e scambi culturali. Di conseguenza, la diversità di popolazione attuale è composta da strati genetici multipli, che rendono la decifrazione dei contributi ancestrali e storici diversi particolarmente impegnativo. Noi affrontiamo questo problema genotipando 511 campioni provenienti da 23 popolazioni di Sicilia, Italia meridionale, Grecia e Albania con l’Illumina GenoChip Array, includendo anche nuovi campioni di minoranze etno-linguistiche albanesi e greche del Sud Italia. I nostri risultati rivelano una continuità genetica mediterranea condivisa, che va da Sicilia a Cipro, dove le popolazioni dell’Italia meridionale appaiono geneticamente più vicine alle isole greche che alla Grecia continentale. Oltre ad un retroterra neolitico predominante, individuiamo tracce di ascendenze post-neolitiche levantine e caucasiche, compatibili con le migrazioni marittime dell’età del Bronzo. Noi sosteniamo che questi risultati possono avere importanti implicazioni nella storia culturale dell’Europa, come nella diffusione di alcune lingue indoeuropee. Al contrario, le recenti espansioni storiche dall’Europa nordorientale rendono conto della differenziazione osservata dei gruppi continentali dei Balcani meridionali. I modelli di condivisione IBD riconnettono direttamente gli arbëreshë linguisticamente albanesi con una recente origine balcanica, mentre le comunità grecofone dell’Italia meridionale si raggruppano con i loro vicini di lingua italiana suggerendo una presenza storica prolungata nell’Italia meridionale.

La Sicilia ed Estremo Sud Italia sembrano appartenere ad un ampio e relativamente omogeneo pool genetico battezzato nel paper “Continuo genetico mediterraneo” estendentesi dalla Sicilia a Cipro a Creta e alle altre isole egee.
La Grecia continentale invece appare leggermente differente raggruppandosi insieme al resto dei Balcani meridionali come l’Albania e Kosovo. I Balcani centro-settentrionali formano un altro gruppo mostrando una maggiore affinità agli euro-orientali.

In una analisi con quattro componenti le genti del Sud Italia, di tutta la Grecia e altri balcanici meridionali mostrano di discendere geneticamente per poco più della metà dai primi agricoltori neolitici simil-sardi (immagine nel post).
A questa si aggiunge un 24% di una componente di tipo “caucasico”. A giudicare da analisi presentate in figura 5 e come notato da un commentatore (1 comm), sembra che degli incroci fra popolazioni di tipo sardo/neolitico e caucasico/MO si ebbero a cominciare da 3000-5000 anni fa. È possibile che ciò corrisponda ad un collasso culturale e demografico che colpì i Balcani meridionali e altre aree d’Europa intorno al 3700 a.C. coincidente forse con l’approssimarsi della fine dell’ottimo climatico olocenico, come descritto in un post. Si dice che un collasso di qualche entità colpì anche l’Anatolia occidentale e ci sono indicazioni di movimenti di genti nell’area circum-pontica.
Le altre due componenti minoritarie prese in considerazione coprono il resto e presentano gradienti opposti. Una di tipo mediorientale prevale in Sud Italia e isole greche, cioè il “Continuo mediterraneo”; l’altra detta di tipo europeo si nota negli albanesi e nei greci continentali. In genere gli arbëreshë che sono in Italia dal 15°-16° secolo mostrano anche una recente parentela coi balcanici .

I grecani di Calabria con 2,5% e i ciprioti 0,5% quasi non hanno la componente europea/balcanica descritta sopra che compare negli albanesi contro l’8% dei Sud italiani e il 15% degli albanesi e greci continentali. I griko di Puglia e i grecani di Calabria non mostrano chiari segni di origine balcanica recente cioè medievale e invece somigliano al Continuum mediterraneo. Locali grecizzati o immigrati assimilatisi? Stando a quanto leggo, c’è incertezza sulla loro origini bizantine o di altre epoche. Inoltre i greci della Calabria e i ciprioti presentano un componente che li accomuna. I greci calabresi risultano essere stati molto endogami, cosa che ricordo emerse anche in qualche studio passato.

Con altre analisi si è trovato che nei sud italiani si distinguono due gruppi leggermente diversi fra loro:
CE-Sicily includente i siciliani orientali e calabresi, cretesi e greci anatolici e del Dodecaneso, esclusi greci calabresi
AW-Sicily includente i siciliani occidentali, lucani e pugliesi, greci del salentino e arbëreshë siciliani dall’altra.
Il primo gruppo mostra maggiore a
ppartenenza al Continuum mediterraneo, mentre il secondo gruppo ha qualche maggiore affinità con i greci in generale, continentali inclusi.

Le analisi rivelano mescolamenti datati a 1500-3000 anni fa nelle popolazioni esaminate che probabilmente sono il segnale di alcune popolazioni IE e più tardi anche germaniche giunte in Europa meridionale. Vedere figura 5.
Si rileva inoltre una mescolanza datata intorno a 1000-1400 anni fa dai Balcani settentrionali/Europa orientale nei greci continentali e nel sottogruppo AW-Sicily. Il segnale degli influssi slavi e magari anche bulgari medievali ed altri.

Per quanto riguarda il gruppo AW-Sicily, un qualche minimo segnale slavo-balcanico per i pugliesi è comprensibile visto il breve tratto di mare che li separa di Balcani. Ma la Sicilia occidentale, così lontana come si spiega? Mi viene da pensare che venga colto qualcosa di quel poco di normanno che è arrivato, e poi ho ricordato una cosa che lessi in un antico e polveroso tomo, e cioè una piccola presenza di slavi a Palermo nel Medioevo. Così mi sono messo a cercare e ho esumato alcune informazioni riguardanti arrivi e anche deportazioni di slavi in Sicilia e Puglia nel Medioevo (2 e 3). Per quel che valgono.

Nell’astratto leggo il riferimento alla teoria di arrivi di alcune lingue indoeuropee via un percorso meridionale, associate alla componente qui definita “caucasica”. Forse si riferiscono al greco, frigio in Anatolia e altre. Alla luce di uno studio recente tale ipotesi non appare molto robusta, vedere post. Un commentatore ricorda che i morsi dei cavalli e i carri/cocchi micenei somigliano a quelli di Sintashta. L’informazione si associa in un articolo alla discussione su un campione dello studio appena menzionato, Bulgaria_MLBA I2163, del 1700 a.C. che è di aplogruppo-Y R1a-Z93, tipico delle culture Srubnaya, Andronovo, Potapovka and Sintashta. Poi ci sono  I2165: Y-hg I2a2a1b1b, mt-hg T2f 3020-2895 a.C. e Yamnaya_Bulgaria Bul4: Y-hg I2a2a1b1b, mt-hg ? 3012-2900 a.C. con ascendenza di tipo Yamnaya (4). Però si attendono analisi genetiche importanti sui micenei che probabilmente chiariranno molte cose.
E le lingue italiche? Generalmente queste sono considerate imparentate al celtico e un commentatore ricorda che i miti sannitici e umbri sembrano indicare un’origine settentrionale. Poi, la cultura dei sanniti e umbri, soprattutto per quanto riguarda la metallurgia era del tipo Halstatt-LaTene (1 comm).

In conclusione, si tratta dell’ennesimo studio italiano sulla popolazione moderna dell’Estremo Sud Italia e Sicilia e dei legami con i Balcani e MO. Niente DNA antico delle varie genti nonostante la penisola sia praticamente un grande cimitero e ossario a forma di stivale. Non ci sono grandi novità, ma prevalgono le conferme. Per es. avrebbero potuto almeno studiare se e quanto poco elemento siculo-berbero c’è nel foggiano o beneventano dovuto alle deportazioni medievali oppure valutare più accuratamente il contributo normanno, subsahariano e greco antico nei siciliani. Invece c’è l’ennesima analisi di micro-minoranze albanesi e grecofone dalle origini alquanto incerte e di relativamente scarso interesse per la stragrande maggioranza degli italiani tranne forse i calabresi. Anche dei commentatori notano alcune di queste cose (per es.1 comm).

°°°°°
Aggiornamento del 25/05/2017
– C’è un nuovo articolo di un blogger con alcune critiche al paper sopra (8).
Il territorio nel quale si parlava greco in Calabria era molto più ampio fino a qualche secolo fa, come si apprende da questa immagine e da un articolo. Forse questo aiuta a spiegare perché la componente “europea” nel campione di Reggio Calabria è la minore fra quelle degli italiani secondo il grafico sopra.

°°°°°

Aggiornamento del 14/06/2017
-Trovo interessante che la componente europea è più forte nel campione di Trapani che stacca nettamente gli altri italiani dell’Estremo Sud e Sicilia. Stando al grafico sopra, in Sicilia sembra diminuire marginalmente verso oriente una volta escluso il campione di Palermo. Questa componente potrebbe essere dovuto ad una combinazione di fattori:
– la posizione occidentale di Trapani,
– forse una maggiore presenza normanna/nordeuropea rilevata anche in qualche studio da una maggiore concentrazione di aplogruppo maschile I1, (non rilavato altrove forse a causa del campionamento; vedere altro post sull’Italia meridionale e Sicilia con un serie di paper collegati).

Per quanto riguarda Lucera in un paper di anni fa si vide che nell’insieme il campione analizzato di quel luogo è simile ad altri italiani per quanto riguarda gli aplogruppi parentali, ma forse presenta qualche punto percentuale in più di nordafricano (9). Vedere in particolare la sezione del documento (9) intitolata: The North African historical legacy in South Italy.

C’è anche un paper sull’impatto di processi biologici e malattie sulla struttura della popolazione italiana (10).

  1. European blond hair may have originated on the North Eurasian Mammoth steppe – May 17, 2017 – Eurogenes Blog – Link
  2. SLAVIA: La Slavia italiana, dalla Puglia al Friuli – Matteo Zola – 24 aprile 2015 – East Journal – Link
  3. La migrazione degli Slavi nell’Italia meridionale e in Sicilia alla fine del Medioevo – Momcilo Spremić (1980) – by Christoph Cluse — last modified 2007 – Medieval Mediterranean Slavery – Link
  4. Steppe invaders in the Bronze Age Balkans – May 21, 2017 – Eurogenes Blog – Link
  5. The population genetic structure of Sicily and Greece – Posted on May 17, 2017 – Gene Expression – Link
  6. The Orantes has not mixed much with the Tiber – Posted on May 17, 2017 – Gene Expression – Link
  7. Histoire génomique de la Sicile et de l’Italie du Sud – Par Bernard Sécher – 20 mai 2017 – Généalogie génétique – Link
  8. Anywhere but the steppe – May 25, 2017 – Eurogenes Blog – Link
  9. Uniparental Markers of Contemporary Italian Population Reveals Details on Its Pre-Roman Heritage – Francesca Brisighelli et al. – Published: December 10, 2012 – DOI:https://doi.org/10.1371/journal.pone.0050794
  10. Characterization of the biological processes shaping the genetic structure of the Italian population – Silvia Parolo et al. – BioMed Central Genetics (2015) Link

Image – Supplementary Fig. S2 from: Ancient and recent admixture layers in Sicily and Southern Italy trace multiple migration routes along the Mediterranean – Stefania Sarno et al. – Scientific Reports (2017) – doi:10.1038/s41598-017-01802-4

Annunci

Un commento su “Mescolanze antiche e recenti nei siciliani e italiani meridionali

  1. Agatocle
    maggio 26, 2017

    Ho mandato un pm alla Sarno e mi ha risposto che i greci isolani non sono solo del Dodecaneso ma un misto di isolani. A mio parere la Grecia continentale non è stata campionata bene perché il Peloponneso in uno studio appena uscito mostra forti somiglianze con la Sicilia e il sud Italia in gran parte dei samples, eccettuato l’estremo nord dell’ex Morea.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il maggio 24, 2017 da con tag , , , , , , , , , , .

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: