Sol Invictus

Sotto il Sole

Pigmei, quoziente intellettivo e cannibalismo in Africa

Pigmei africaniAggiornato 01/05/2016
In un recente post ho riportato studi su incroci fra uomini moderni e arcaici, compresi un paio sui pigmei (Wikipedia in napoletano). In un blog si dice che uno di questi (1) per stimare il tempo trascorso dalla divergenza dei pigmei dagli altri africani utilizza il tasso di mutazione veloce di 2,5×10-8 per sito per generazione invece del più recente 1,2×10-8 basato su sequenziamenti di genitori e discendenti e considerato più realistico (2). Utilizzando il secondo, la separazione sarebbe avvenuta circa 300.000 anni fa e quindi risalirebbe a molto prima di qualsiasi segno di modernità comportamentale di cui vi sia traccia, anche se potrebbero essere trovati resti più antichi in futuro. Ciò vuol dire che i pigmei sono i più divergenti degli umani moderni oppure che non sono moderni.

Un altro blogger dice di avere pochi dubbi che buona parte della divergenza apparente negli africani sia dovuta ad introgressione di paleoafricani arcaici nei moderni, che da quel che si sa comparvero in Africa nordorientale 200.000 anni fa (3). Osserva che la statistica ha una capacità limitata di individuare introgressione da arcaici: quando c’è un’improbabile quantità di eterozigosità e i frammenti di DNA sono abbastanza grandi da essere distinguibili dal resto del genoma Homo Sapiens.
A questo proposito ricordo i ritrovamenti di arcaici ancora esistenti in tempi relativamente recenti di Iwo Eluru e quelli più antichi di Elandsfontein/Saldanha.

Secondo uno dei due studi i ricercatori hanno individuato nei pigmei africani processi selettivi favorevoli per quanto riguarda lo sviluppo muscolare, scheletrico, immunitario, ecc. e quindi la statura bassa e altro (1). Un precedente studio del 2009 aveva trovato peculiarità riguardanti i recettori dell’ormone della crescita (4). Risultano differenze per quanto riguarda le fasi della crescita fra i pigmei africani orientali e quelli occidentali indicanti processi evolutivi separati per le due popolazioni dopo la loro separazione.

Passando ai nostri giorni, leggo che i pigmei nella Repubblica del Congo sarebbero circa mezzo milione o il 2% della popolazione e sono a volte ridotti ad essere servi o schiavi dei bantu che ne approfittano.
Nel 2003 un rappresentante dei pigmei Mbuti affermò in un forum delle Nazioni Unite che durante la guerra civile del Congo i pigmei venivano cacciati come fossero animali e mangiati.
Che cosa li ha portati ad essere trattati in maniera simile a bestiame dai loro più grandi e forzuti vicini? Sicuramente la dimensioni fisiche ridotte e il numero inferiore li rendono facilmente vittime quando non sono nascosti nella foresta pluviale del Congo. Però
forse questo non spiega tutto e secondo uno studio il loro quoziente intellettivo medio sarebbe 53 mentre quello dei Bantu e anche di altre genti sub-sahariane sarebbe intorno a 70 (5). Una differenza notevole che se confermata probabilmente  svantaggia i pigmei sensibilmente.

Ambedue i valori di QI sono bassi e forse questo può correlare con il comportamento alimentare e sociale menzionato sopra che risulta essere abbastanza diffuso e ricorrente perché vi sono resoconti di cannibalismo recente in regioni dell’Africa come Liberia, Repubblica Centrafricana, e casi estremi in Sudan (6, 7, 8). Si parla di qualche ristorante di buon livello trovato con carne umana e ci sono immagini forti (9). C’è un articolo che afferma che quasi tutte le popolazione del Congo praticano o praticarono il cannibalismo (10) e ancora giungono occasionalmente notizie in questo senso da lì (9). L’Africa sub-sahariana è un altro mondo.

Dopo avere letto queste cose mi viene in mente che ormai molti studiosi credono che l’afroasiatico, famiglia a cui appartengono le lingue semitiche, sia originato in Africa nordorientale. Forse c’è un lontano collegamento preistorico fra le usanze riportate sopra e quanto descritto in un post sull’origine della proibizione del consumo di carne di maiale in Medio Oriente. Viene detta di origine africana anche la circoncisione maschile.

Aggiornamento 01/05/2016
C’è chi pensa che l’aplogruppo maschile A sia dovuto ad un’introgressione di arcaici. È abbondante nei San della Namibia (boscimani: Wikpedia veneto) , Dinka del Sudan ecc. Il commentatore trova significativa una non-corrispondenza con gli aplogruppi mitocondriali femminili (12).

Per quanto riguarda le guerre striscianti e gli orrori in Congo perpetrati a colpi di mannaie e accette, c’è un articolo sul New York Times del 30 aprile 2016 commentato da un noto blogger americano il quale ironizza sul pudore riguardante la profonde differenze fra gli uomini che pervaderebbe il testo dell’articolo (13). Lettura interessante su avvenimenti quasi dimenticati da politici e media che rischiano alla lunga di causare l’estinzione non solo culturale dei piccoli cacciatori-raccoglitori delle foreste.

  1. Whole-genome sequence analyses of Western Central African Pygmy hunter-gatherers reveal a complex demographic history and identify candidate genes under positive natural selection – PingHsun Hsieh et al. – Genome Research Published in Advance February 17, 2016, doi: 10.1101/gr.192971.115
  2. Pygmy Split – by gcochran9 – February 24, 2016 – Link
  3. Archaic introgression in Pygmies- Dienekes Pontikos -February 19, 2016 – Link
  4. The shortness of Pygmies is associated with severe under-expression of the growth hormone receptor. – Bozzola M. et al. – Mol Genet Metab. 2009 Nov;98(3):310-3. doi: 10.1016/j.ymgme.2009.05.009
  5. Intelligence of the Pygmies – Lynn, Richard 2011 – Mankind Quarterly, Summer 2011 – Link
  6. Rape and Cannibalism Cited Among South Sudan’s Horrors – By JEFFREY GETTLEMANOCT – 28, 2015 – nytimes.com
  7. Rape, murder and cannibalism… is there any hope for Central African Republic? – Lucinda Borkett-Jones – Christian Today Features Editor 28 July 2014- christiantoday.com
  8. Liberia’s elections, ritual killings and cannibalism – Emily Schmall and Wade Williams – Aug 1, 2011 – globalpost.com
  9. Cannibalism Still Stalks African “Conflicts” – by TNO Staff – November 2, 2014 – newobserveronline.com
  10. HERE BE CANNIBALS CANNIBALISM IN THE AFRICAN CONGO – heretical.com – Link
  11. Pygmies are short because nature made them so – Razib Khan – 09/05/2011Link
  12. Bursts in human male demography – April 25, 2016 – D. Pontikos Link
  13. The Congo’s Small, Little, Mini War: The NYT’s Fear of Admitting an Interest in Human Biodiversity – Steve Sailer – May 1, 2016 –Link

Image: By Keystone View Company [Public domain], via Wikimedia Commons

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il marzo 7, 2016 da con tag , , , , , , , , , , , , .

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: