Sol Invictus

Sotto il Sole

Mongoli! E fu la fine di un mondo

Rivisto il 03/03/0216
Alcuni paper su popolazioni antiche e recenti della Mongolia.

The 85th Annual Meeting of the American Association of Physical Anthropologists (2016) – Programs > 2016 > Podium Session > Podium Abstract
Genetic Variation between the Population of the Ancient Xiongnu and Modern Populations in Central Mongolia – LELAND L. ROGERS, TUMEN D. and FREDERIKA KAESTLELink
Anthropology and Central Eurasian Studies, Indiana University, Bloomington – Anthropology and Archaeology, National University of Mongolia – Anthropology, Indiana University, Bloomington

Dall’astratto, traduzione libera:
La prima regione ipervariable del DNA mitocondriale (mtDNA) antico da 48 individui di sepolture Xiongnu (3 ° secolo a.C. – 2 ° secolo d.C.) in Mongolia centrale è stata sequenziata e mostra una significativa percentuale di aplotipi “occidentali” del mtDNA . Ciò suggerisce che gli Xiongnu, l’entità politica (“confederazione”) basata in Mongolia che erano gli avversari principali della dinastia Han in Cina, erano prevalentemente “Europoidi” nell’aspetto. Il patrimonio genetico del DNA mitocondriale di questo sito non è coerente con gli Xiongnu dal sito Egiin Gol, l’unica popolazione del Xiongnu sequenziata finora, sostenendo l’ipotesi che quella Xiongnu potrebbe essere stata una confederazione di unità politiche locali più piccoli non imparentate. Inoltre, l’alta percentuale di aplotipi “occidentali” che si trovano in questa popolazione suggerisce un’affinità genetica e culturale maggiore alle popolazioni occidentali, che comprendono la cultura scita Pazyryk e il complesso della cultura delle Stele-del-Cervo-Khirigsuur (DSK) della Mongolia e Siberia (immagini), rispetto a quelle nordest asiatiche, come ad esempio le popolazioni mongoliche, tungusiche o altri popoli paleo-siberiane. La notevole quantità di mtDNA occidentale in questa regione supporta un confine genetico occidentale-orientale molto più ad est di quello generalmente accettato dell’ipotesi dei Monti Altai. I dati di questo studio suggeriscono anche che si è verificato un significativo cambiamento genetico tra i periodi degli Xiongnu e degli imperi mongoli, il che implica che, dopo l’ultimo massimo glaciale l’Eurasia orientale fino alla Mongolia fu inizialmente popolata dall’Eurasia sudoccidentale e non dall’Asia orientale.
°°°°°°°°°

Il vecchio studio citato sopra delle sepolture dalla Valle di Egyin Gol, a sud del lago Bajkal :
Population origins in Mongolia: Genetic structure analysis of ancient and modern DNA – American Journal of Physical Anthropology (Impact Factor: 2.38). 10/2006; 131(2):272-81. – Keyser-Tracqui C1, Crubézy E, Pamzsav H, Varga T, Ludes B. – DOI: 10.1002/ajpa.20429 – Link PDF

Dall’astratto traduzione libera:
Nel presente studio i dati sul DNA nucleare antico (autosomico e ripetizioni in tandem brevi del cromosoma Y ) e mitocondriale (regione hypervariable I) ottenuti precedentemente da una popolazione di Xiongnu di 2300 ani fa della Valle di Egyin Gol (a sud del lago Baikal, nel nord della Mongolia ) (Keyser-Tracqui et al 2003 Am J. Hum Genet 73:…. 247-260) sono stati confrontati con i dati di due popolazioni mongole contemporanee: uno dallo stesso luogo (Egyin Gol Valle più un perimetro di meno di 100 km intorno alla valle), e uno da tutta la Mongolia. L’obiettivo principale di questa analisi comparativa è stato quello di valutare la probabilità che esista una continuità genetica tra popolazioni mongole antiche e attuali. Dal momento che il campione Xiongnu antica avrebbe potuto essere composto da alcuni degli antenati degli Jakuti odierni, sono stati inclusi nelle analisi comparative anche i dati da una popolazione di Jakuti odierni, così come i dati pubblicati da popolazioni turche. Il risultato principale del nostro studio era la somiglianza genetica osservata tra i campioni della Mongolia di diverse epoche e aree geografiche. Questo risultato supporta l’ipotesi che la successione nel tempo delle diverse tribù turche e mongole nel territorio attuale della Mongolia ha provocato scambi culturali piuttosto che genetici. Inoltre, sembra che gli Jakuti probabilmente non hanno avuto la loro origine tra le tribù Xiongnu, come abbiamo precedentemente ipotizzato.
°°
°°°°°°

“Different Matrilineal Contributions to Genetic Structure of Ethnic Groups in the Silk Road Region in China.” – Yong-Gang Yao, et al. – Molecular Biology and Evolution 21:12 (December 2004): pages 2265-2280. First published online on August 18, 2004. – Link

Da parte dell’astratto, traduzione libera:
sono stati analizzati  242 indivdui da 5 gruppi etnici della provincia di Xinjiang in Cina… il DNA mitocndriale è stato classificato per vedere le differenze fra i gruppi dalla storia demografica diversa…
Anche se provenivano dalla stessa regione geografica è stata osservata una frequenza calante di aplogruppi eurasiatici occidentali con la frequenza più alta fra gli Uiguri (42,6%) e gli Uzbeki (41,4%), seguti dai Kazaki (30,2%), Mongoli (14,3%), e Hui (6,7%). Nessun aplogruppo occidentale è stato trovato nei cinesi Han delle stesssa regione.

Da un altro studio vecchiotto citato in (2) del 2006 pare che in un paio di popolazioni mongole il 5-10% degli aplogruppi patrilineari sia di origine eurasiatica occidentale.

Infine segnalo un lungo riassunto (1) in inglese dell’espansione mongola trovato in un forum di cui ho verificato almeno qualche informazione e un articolo in inglese di Wikipedia. In generale, l’espansione viene definita da qualche parte come la più grande sequenza di orrori della Storia. Fu una catena di violenze e direi veri e propri genocidi i cui effetti superano per esempio quello degli armeni che pure furono quasi annientati nella loro sede preistorica e quindi fu molto grave (si può dire che anche quello fu di matrice “turca/orientale”). Leggo che si stima che le campagne militari causarono 60-100 milioni di morti nell’arco di pochi decenni, con regioni in cui la popolazione fu praticamente annientata. Massacri a non finire fatti da invasori lucidi e pragmatici. Il controllo a distanza da parte delle forze mongole rese le tecniche di guerriglia inefficaci nei loro confronti.
Il mondo islamico che aveva approfittato dell’indebolimento degli europei causato delle invasioni barbariche assaggiò la stessa medicina somministrata dai mongoli e probabilmente ciò alla lunga favorì la riconquista europea di terre occupate dagli islamici (1).
Nel riassunto si dice che ad un certo punto i mongoli considerarono seriamente una specie di Soluzione Finale per ripulire l’Asia dalle popolazioni sedentarie sopravvissute e probabilmente un consigliere cinese contribuì a fargli cambiare idea.

  1. Goddamn This **** is Brutal! The Mongol Method of Dealing With Muslims: Massacre – Link
  2. Mongol Genetics: Abstracts and Summaries – Link

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il marzo 1, 2016 da con tag , , , , , , , .

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: