Sol Invictus

Sotto il Sole

Analisi filogenetica comparativa rivela le antiche radici delle fiabe indoeuropee

Guglielmo Grimm sosteneva che le fiabe tradizionali tedesche che aveva compilato insieme al fratello erano i resti di un’antica cultura indoeuropea che si estendeva dalla Scandinavia all’Asia meridionale. Però i tentativi di studiare la distribuzione geografica con metodi convenzionali e sbrogliarne l’origine non sono stati molti. A complicare le cose c’è che le fiabe possono essere trasmesse verticalmente a partire da una popolazione ancestrale, ma anche orizzontalmente per contiguità geografica.
Nello studio oggetto di questo post i ricercatori si sono concentrati sulla categoria “Tales of Magic” – Fiabe o Racconti di Magia – (ATU 300-ATU 749) facenti parte del catalogo Aarne Thompson Uther Index (1). Hanno registrato la presenza dei racconti in 50 popolazioni parlanti lingue indoeuropee e mappato la storia evolutiva delle fiabe meglio conservate filogeneticamente identificate con analisi statistiche usando due modelli. Hanno trovato 100 fiabe con probabilità di legami filogenetici superiori al caso e per 56 di esse s’è visto che le fiabe avevano una minore probabilità di essersi diffuse per contiguità spaziale. Tutto sommato s’è visto che la trasmissione verticale era più importante di quella orizzontale in 76 fiabe (1).
Per 50 fiabe si è ricostruita la presenza nella lingua ancestrale di uno dei grandi gruppi indoeuropei e per 19 si arriva anche ad un tempo precedente con probabilità >50%, incluse 4 che probabilmente risalgono al protoindoeuropeo, però nessuna con più del 70% di probabilità (1, figura 4).
Di queste 4, tre non hanno passato un test bayesiano, ma una  sì: trattasi di ATU 300 “Il fabbro e il diavolo” (2). In teoria potrebbe risalire a 6000 anni fa se si accettano i risultati dello studio.
La fiaba descrive come il diavolo illude il fabbro di avere dei poteri e questi finisce con l’uccidere un cliente, però esistono varianti come quella denominata “Cristo e il Fabbro” in cui il fabbro uccide cercando di imitare Cristo.
I ricercatori concludono che delle varie ipotesi sull’origine e diffusione dell’indoeuropeo la fiaba ATU 300 sostiene meglio la teoria Kurgan di un’espansione rapida dalle steppe di una popolazione di pastori nomadi che dai riscontri archeologici e linguistici era dotata di capacità metallurgiche dell’età del bronzo. Dà poco sostegno ad un’origine neolitica anatolica della famiglia linguistica.

P.S. Secondo un articolo di blog di oltre 20 anni fa che riporta quello di una rivista, nel 1800 le coppie britanniche che non riuscivano ad ottenere la benedizione del loro matrimonio dalla Chiesa (suppongo quella Anglicana) saltavano insieme oltre un’incudine. Si afferma che in (Gran) Bretagna in alcune zone rurali si resistette all’introduzione di strumenti di ferro per secoli (3), suppongo come rifiuto verso i fabbri. La casta dei fabbri era considerata negativamente anche in culture non-indeuropee del Kenya come i Samburu, fra i quali era all’epoca dell’articolo una casta maledetta costituita da individui costretti ad una vita marginale ed endogamica. L’autore ipotizza che l’ostracizzazione dei fabbri abbia funzionato come modo per contenerne il potere sociale che sarebbe derivato dalle loro conoscenze e abilità. E poi la bottega con tutto quel battere, rumore, fumo e calore sicuramente ispirava l’idea di un luogo infernale nelle teste delle persone vi passavano vicino (3).

  1. Comparative phylogenetic analyses uncover the ancient roots of Indo-European folktales –
    Sara Graça da Silva, Jamshid J. Tehrani – The Royal Society – Published 20 January 2016.DOI: 10.1098/rsos.150645
  2. The Blacksmith and the Devil – Translated from the Greek… anvilfire.com (sito utile per diventare fabbri) – Link
  3. The Smith and the Devil – By George Monbiot. Published in Country Living magazine, sometime in 1994 – 1st January 1994 – Link

3 commenti su “Analisi filogenetica comparativa rivela le antiche radici delle fiabe indoeuropee

  1. Giuseppina D'Amato
    gennaio 26, 2016

    Articolo molto interessante.

  2. benez256
    marzo 8, 2016

    Non esagero nel dire che questo blog è uno dei migliori che io abbia mai incontrato. Sfortunatamente non si trovano molte persone in grado di condividere cosi tante nozioni con passione e precisione. Finalmente un luogo dove la mia passione per la linguistica e le discipline ad essa connesse hanno trovato casa!

    • Darius
      marzo 8, 2016

      Grazie per il complimento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il gennaio 26, 2016 da con tag , , , , , .

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: