Sol Invictus

Sotto il Sole

Quarta componente ancestrale degli europei si diffuse dal Caucaso

f4 Caucaso

Rivisto: 15/12/2015
Il riassunto di una ricerca riferisce del sequenziamento di genomi di maschi umani, uno del tardo Paleolitico superiore (Satsurblia, di 13.300 anni fa, con copertura del genoma 1.4 volte), un altro del Mesolitico (Kotias, 9.700 anni, copertura 15,4 volte), ambedue dalla Georgia occidentale, Caucaso, e un terzo del tardo Paleolitico superiore (Bichon di 13.700 anni fa, 9.5 volte) dalla Svizzera (1). Viene rilevata una continuità genomica tardo Paleolitica-Mesolitica in entrambe le regioni.

I risultati provano che i cacciatori-raccoglitori del Caucaso (CHG) appartengono ad un antico clade che si separò dai cacciatori-raccoglitori occidentali (WHG) circa 45.000 anni fa, poco dopo l’espansione degli esseri umani anatomicamente moderni in Europa, e si separò dagli antenati degli agricoltori neolitici circa 25.000 anni fa, verso l’ultimo massimo glaciale (1,figura 2 dei suppl.).
I risultati dimostrano che i genomi dei CHG contribuirono significativamente ai pastori della steppa di Yamnaya che emigrarono in Europa circa 3000 a.C. e rivelano un’influenza formativa del Caucaso su questa importante cultura età del Bronzo. I CHG lasciarono la loro impronta sulle popolazioni moderne provenienti dal Caucaso e anche dell’Asia centrale e meridionale segnando possibilmente l’arrivo di lingue indoariane in quell’area (1).

Quindi dopo le prime tre, questi ricercatori hanno trovato nel Caucaso una quarta componente ancestrale degli europei, risalente ad almeno 13000 anni fa che si è anche diffusa per mezzo mondo e soprattutto in Europa centro-settentrionale come si vede dalla mappa sopra. (1, f. 4a).

Ci sono delle stranezze su cui i commentatori si sono espressi.
1) Un primo punto è che se l’elemento CHG fosse giunto solo con un’ espansione Yamnaya il rapporto CHG/EHG dovrebbe presentarsi più o meno costante nelle popolazioni europee pur variando quantitativamente in tandem le percentuali assolute delle due componenti (ricordo che EHG sono i cacciatori raccoglitori euro-orientali). Invece in zone dell’Europa meridionale a cominciare dai Paesi Baschi e dalla Sardegna, il rapporto si sbilancia e CHG /EHG diventa molto più alto. Come s’intuisce, ciò può indicare due direttrici di diffusione di CHG, una est-ovest dalle steppe all’Europa occidentale con valori EHG più alti ed una seconda direttrice passante a sud, magari via mare con poco o niente EHG perché non proveniente dalle steppe. Un iberico del Calcolitico risulterebbe avere il 4% di CHG, Oetzi il 6% (3, commenti).
Se ricordo bene, si riteneva i baschi quasi privi di elemento caucasico fino a poco tempo  fa e ora risultano averne in quantità discreta in versione CHG che potrebbe essere arrivata con questa ipotetica espansione meridionale ed essere legata alla lingua basca; quasi tutta Europa sarebbe stata influenzata più fortemente dalla migrazione da Yamnaya e oggi sono diffuse lingue IE.
C’è chi coglie la palla al balzo per proporre che l’indeuropeo in realtà era parlato da questi caucasici e ciò potrebbe spiegare uno o due rami meridionale di quella famiglia linguistica.
L’argomento viene stroncato dai filo-steppe con la correlazione della fra lingue IE diffusione di aplogruppi patrilineari maschili R1-a e anche di R1b. Comunque da alcuni commenti qua e là pare che gli aplgruppi dei primi EHG fossero I o C originariamente, poi sostituiti dagli R di popolazioni simili. L’aplogruppo R1 sarebbe originariamente legato all’espansione della componente ANE.
C’è chi pensa che gli EHG parlassero un lingua proto-uralica che poi, fusasi con il proto-cartvelico dei CHG, diede origine all’IE

Dalla mappa riportata sopra si vede quali popolazioni sono più imparentate ai CHG in questione e conferma dati raccolti negli anni. Fra l’altro la cosa interessante è che anche i sardi avrebbero CHG, circa un 22% secondo un blogger (4), mentre prima si riteneva che ne avessero poco o niente. Leggo che un paio di anni fa un ricercatore aveva trovato un 20% di elemento caucasico nei sardi. Se questa è vero allora i sardi non sono quasi solo EEF con un poco di WHG come finora ritenuto, ma più compositi. C’è chi ha proposto che ciò avvenga perché una parte dell’elemento EEF è incorporato in CHG nei test.
Però c’è anche un’altra spiegazione suggerita dall’autore di un blog e cioè è possibile che in realtà i primi agricoltori anatolici avessero già circa un 10% di CHG che diventa più rilevabile nelle popolazioni moderne per una questione statistica (4). Questo spiegherebbe una parte del CHG nei sardi e altrove. D’altra parte gli agricoltori neolitici anatolici e i CHG non vivevano poi tanto lontani gli uni dagli altri in MO 10.000 anni fa. Si possano leggere i dati del grafico della figura 4 dei supplementi come una diffusione del CHG in Europa nel corso del tempo.

Qualcuno propone che a complicare le cose potrebbe essere la presenza di componenti “spurie”, diciamo così, in alcuni test che farebbe in modo da deprimere le variazioni e la strutturazione interna della stessa CHG. Per esempio la ASI indiana oppure componenti nei diversi calcolatori dette Red Sea oppure Southwest Asian utilizzate nei test in realtà non sarebbero delle vere componenti pur apparendo tali. Per esempio si sospetta che le ultime due abbiano dell’elemento africano orientale latente minoritario che sarebbe quindi un poco più abbondante nell’area del Mediterraneo e soprattutto in MO.

È possibile che il CHG invece di trovarsi sempre nel Caucaso da prima dell’ultimo massimo glaciale, LGM in inglese, e poi essersi espanso verso l’India, sia arrivato nel Caucaso dalle zone a sud del Mar Caspio come proposto da molto tempo. Qualcuno vede la componente CHG come formatasi da un’antica fusione di ANE e ENF, la versione mediorientale di EEF.

L’individuo di Bichon è stato trovato appartenere all’aplogruppo patrilineare I2a, diffuso oggi in Europa centrale e orientale. I due caucasici invece sono J2a oggi discretamente diffuso in Europa meridionale, nei Balcani e più abbondante in MO e nel Caucaso (1). Gli Yamnaya erano sì più o meno metà caucasici CHG, ma secondo molti analisti per via materna. Affermano che le femmine venivano passate (scambiate, vendute o rapite) ai pastori delle steppe EHG con società patrilineari e di aplgrupopo R. Così s’è ottenuta una nuova popolazione.

A pagina 6 dei supplementi si legge che i ricercatori hanno esaminato anche le varianti dei geni SLC45A2 e SLC24A5 che giocano un ruolo nella pigmentazione della pelle. Facendola breve, i risultati suggeriscono che è possibile che i caucasici avessero la pelle più chiara di Bichon che invece appare un tipico WHG dalla pelle più “scura”.
Se non ricordo male, i WHG centro-occidentali risultano più scuri di pelle ma alcuni gruppi di cacciatori-raccoglitori avevano individui portatori di varianti per la pelle più chiara: in Svezia (SHG) e in Europa orientale. Ho l’impressione che poco prima del Neoltico l’Europa fosse abitata da gente più scura a ovest e un poco più chiara a nordest. I dati dei due caucasici vanno in questa direzione.
Tutti e tre gli individui esaminati avevano i capelli scuri e occhi castani e probabilmente non erano capaci di consumare latte da adulti (1, suppl. pag. 6).

  1. Upper Palaeolithic genomes reveal deep roots of modern Eurasians – Eppie R. Jones et al. – Published 16 November 2015 – Nature Communications – doi:10.1038/ncomms9912
  2. ‘Fourth strand’ of European ancestry originated with (Caucasus) hunter-gatherers isolated by Ice Age – November 16, 2015 – Eurogenes Blog – Link
  3. Yamnaya has WHG-related ancestry not explained by EHG (?) – December 2, 2015 – Eurogenes Blog – Link
  4. Sardinians pack a lot of CHG-related ancestry – Saturday, December 5, 2015 – Eurogenes Blog – Link
  5. West_Asian in the flesh (hunter-gatherers from Georgia) (Jones et al. 2015) – November 16, 2015 – Dienekes Pontikos – Link

Image – figure 4a from:  Upper Palaeolithic genomes reveal deep roots of modern Eurasians – Eppie R. Jones et al. – Published 16 November 2015 – Nature Communications – doi:10.1038/ncomms9912

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il dicembre 13, 2015 da con tag , , , , , .

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: