Sol Invictus

Sotto il Sole

Muri, piogge di proiettili, cannoni magnetici

In questo post presento alcuni prodotti per uso bellico che sono interessanti tecnologicamente e concettualmente. Poi è bene conoscere gli strumenti utili in caso di conflitto.
Il primo è il Barracuda Soft Armour che serve a riempire i muri ed è stato sviluppato in Svezia. In pratica si tratta di bilie di ceramica (dalle immagini sembrano avere un diametro di circa 1 cm o più) che si mettono in un’intercapedine che diventa una barriera capace di incassare un gran numero di proiettili di piccolo calibro senza perdere la propria integrità e soprattutto funzionalità. Le palline riempiono per gravità il vuoto lasciato da quelle spostate o frantumate dai proiettili. Nel secondo video usano anche una mitragliatrice pesante.
Suppongo che tale muro funzioni con proiettili fino ad un certo calibro superato il quale probabilmente le bilie cominciano a uscire dai fori troppo grandi nelle pareti svuotando il muro che così diventa passabile. Comunque penso che l’industria edile di alcuni paesi ben noti, sopratutto mediorientali, dovrebbero adottare tale tecnica costruttiva affinché la gente possa dormire la notte con una probabilità fortemente ridotta di svegliarsi la mattina con qualche buco di troppo. Questi muri sarebbero utili anche in alcuni quartieri di città occidentali.
Il primo video mostra come si costruiscono pareti e case. Con 10-12,5 cm di bilie si fermano proiettili di fucile d’assalto e con 25 cm le schegge d’artiglieria e proiettili da 12,7 mm.

Barracuda Soft Armour

Sweden Invents a Revolutionary Anti Bullet Wall, Saab Barracuda Soft Armour

Passiamo alla pioggia, quella di proiettili. C’è una compagnia australiana, la Metal Storm Limited, che sviluppa armi che possono essere anche multicanna con proiettili caricati uno dietro l’altro nello stesso tubo da cui vengono sparati e il fuoco è controllato elettronicamente. Si possono costruire armi che sparano oltre un milione di proiettile al minuto contro le poche migliaia di armi multicanna più convenzionali. Così si possono creare nuvole di proiettile contro missili in arrivo, piogge di granate da 40 mm ecc.

Metal Storm 36 Barrel Prototype-One Million Rounds per Minute Rate of Fire

3GL – lanciagranate a tre colpi

Infine un video americano sui cannoni ad accelerazione magnetica che secondo un video attualmente sparano proiettili con energia cinetica 3 volte quella raggiunta con bocche da fuoco convenzionali. Altrove si parla di gittate di 300+ chilometri e del raggiungimento di un’energia cinetica alla bocca di 33 megajoule (1). La US Navy in particolare procede con i lavori di sperimentazione ed integrazione, ma è necessario disporre di elevate capacità di produrre energia elettrica sulle navi.

The World War 3 Cannon ?: Blitzer Railgun by General Atomics – Electric Cannon

1) Futuristic Navy railgun with 220-mile range closer to reality – Daniel Terdiman – January 30, 2012 – cnet.com

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il giugno 26, 2015 da con tag , , , , .

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: