Sol Invictus

Sotto il Sole

Le steppe eurasiatiche come origine prossima delle migrazioni indoeuropee?

Cultura della ceramica cordataLa successione di migrazioni ed espansioni di popolazioni umane a partire dall’inizio del Neolitico che portò alla formazione della popolazione Europea storica è descritta in un riassunto che annuncia una ricerca genetica che verrà presentata nel prossimo futuro e del quale offro una traduzione libera (1). La ricerca potrebbe chiarire dei punti importanti per stabilire l’origine delle lingue indoeuropee. Non a caso nel precedente post ho collegato un paio di video che descrivono le principali teorie alternative.

Nel riassunto viene detto che dopo un popolamento dell’Europa avvenuto circa 7000 anni fa da parte di agricoltori del primo Neolitico geneticamente simili agli attuali sardi, in Spagna e Germania 5-6000 anni fa ci fu una notevole contro-espansione di genti che erano geneticamente simili ai WHG (Western Hunter Gatherer, cacciatori-raccoglitori) del mesolitico che avevano continuato a vivere in regioni prossime a quelle degli agricoltori interagendo con essi. Questo cambiò sensibilmente la composizione genetica di quelle regioni.
Invece i cacciatori raccoglitori presenti in Europa orientale erano parzialmente diversi da quelli centro-occidentali perché avevano una maggiore affinità genetica per un individuo della Siberia meridionale di 24000 anni fa (penso si riferiscano all’individuo di Mal’ta di cui ho scritto in un altro post che geneticamente rappresenta una popolazione denominata ANE, Ancient North Eurasian, sempre di tipo Eurasiatico occidentale).
A partire da 5000 anni fa questa affinità con gli ANE si ridusse nei pastoralisti della cultura di Jamna (Yamna) delle steppe pontico-caspiche a causa della fusione con gente simile a quella del Medio Oriente che possedevano a loro volta un componente ANE. Altrove si parla di un rapporto di circa 1:1 fra le due popolazioni (3).
Alcuni secoli dopo, circa 4500 anni fa comparvero le genti della cultura della ceramica cordata (Corded Ware) che si stima fossero per circa 2/3 di ascendenza genetica Jamna e altrove si dice per circa ¾ (2). I ricercatori parlano di un parziale ricambio della popolazione europea, cosa che potrebbe spiegare quanto scoperto nella pianura ungherese analizzando i resti di un numero limitato di individui. Secondo gli scienziati, gli europei moderni del Nord Europa debbono circa metà del loro ascendenza a questa componente arrivata dalle steppe e concludono che offre un sostegno alla teoria che vede le lingue indoeuropee arrivare da quelle zone.
Alcune osservazioni:
La cultura Majkop (Maykop) contemporanea e più meridionale di Jamna che si estendeva fra il Mar Nero e l’attuale Daghestan presenta molte sepolture con scheletri di individui fisicamente simili alle popolazioni contemporanee del Medio Oriente (4). Più studiosi hanno dedotto che ci sarebbero i segni di un’influenza mediorientale nel diffusione nelle steppe dei kurgan, le sepolture in tumuli – che è poi il significato del termine Yamna o Jamna (5). Inoltre nei blog collegati sotto ci si domanda dove questi “mediorientali” avessero assorbito la loro componente ANE menzionata dagli scienziati e c’è chi ipotizza nelle zone immediatamente a nord del Caucaso. L’ANE è una delle componenti degli attuali mediorientali e si dice che gli armeni ne abbiano circa un 15%. Alternativamente, ho letto che c’è chi pensa che sia possibile che la ANE sia in realtà a sua volta costituita da più subcomponenti con origini diverse ancora non distinte dai genetisti.

Aggiungo che secondo la teoria brevemente esposta sopra il cambio di popolazione di circa 4500 anni fa spiegherebbe la presenza genetica ANE in tutta Europa, una componente assente nei primi agricoltori e nei WHG tranne, mi pare di capire, che in qualche zona dell’estremo nord Europa. Però non tutti sono d’accordo, e c’è chi mette in risalto che altri studi indicano che non ci fu tale intrusione massiccia (6) e chi sostiene che l’origine delle lingue indoeuropee fu in MO, forse l’Anatolia orientale. Si vedrà cosa diranno i risultati che verranno presentati nel prossimo futuro.

  1. Ancient DNA points to the Eurasian steppe as a proximate source for Indo-European migrations into Europe – Monday, January 19, 2015 – eurogenes.blogspot.it/
  2. http://www.jesus.ox.ac.uk/sites/default/files/reich-seminar-2015.pdf
  3. Yamnaya genomes are a 50/50 mix of eastern Euro foragers and something else ANE-rich – Friday, January 23, 2015 – eurogenes.blogspot.it
  4. Analysis of Maikop crania (Kazarnitsky 2010) – June 27, 2013 – dienekes.blogspot.it
  5. The Maikop Singularity – June 21, 2013 – dienekes.blogspot.it
  6. No Basis for the Assertion that Half of European Ancestry is Derived from the Ponto Caspian Steppe since the Neolithic – by Marnie Dunsmore – Sunday, February 1, 2015

Image – By File:Corded Ware culture.png : User:Dbachmann File:Europe laea location map.svg : User:Alexrk2 Derivative work : User:Sir Henry [CC BY-SA 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)%5D, via Wikimedia Commons

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il febbraio 3, 2015 da .

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: