Sol Invictus

Sotto il Sole

Hassidici e il dramma di Postville, Iowa

Aggiornato il 31/08/2014

Dopo Amish e Vecchi Credenti passo ad un gruppo religioso dalle caratteristiche ancora più spinte, gli ebrei hassidici, il cui comportamento appare più aggressivo e ciò è attribuibile in parte al carattere della loro religione e in parte al fatto che solitamente sono adattati alla vita urbana e quindi è maggiore l’intensità delle reazioni a difesa del modus vivendi. In un video molto “correct” potete vedere al minuto 01:55 e 13:40 il comportamento molto più agitato, degli hassidici durante alcune delle loro riunioni (1). L’isolamento dalla civiltà che li circonda è molto forte e vivono in un mondo ebraico tutto loro. Secondo il video seguono 613 regole, se ricordo bene il numero esatto, e ne hanno per quasi tutte le circostanze come essi stessi affermano. Non guardano la televisione e non usano internet, le donne portano parrucche e fanno mediamente 8 figli ognuna. Il video mostra come un tizio non potendone più lascia la comunità e come un altro, psicologicamente“problematico” e di estrazione ebraica, vi trova uno scopo di vita (si vuole insinuare  qualcosa?). Il protagonista fuoruscito descrive l’interpretazione letterale che gli hassidici danno ai testi e la sottomissione completa al divinità: descrive come quando stanco di sentirsi oppresso osò fumare di sabato e tremava per il terrore di essere fulminato dal dio. Afferma che la teoria dell’evoluzione è considerata una pazzia da quei credenti che cercano anche di imporre il loro modo di vivere agli estranei nella zona di New York in cui dominano (2). Ho appreso tempo addietro che esiste qualche gruppo di supporto per gli ebrei che lasciano queste comunità, cosa che può essere psicologicamente molto difficile. Si dichiarano pacifici, ma a quanto pare a volte hanno le ronde per la salvaguardia della moralità e il vivere gomito a gomito causa lotte fra fazioni hassidiche e comportamenti violenti. Vi sono stati vandalismi e ferimenti di estranei non graditi come nel caso recente di un afroamericano in seguito al quale vi sono stati arresti (3 e 4).

Ora arriviamo all’aspetto più interessante, quello dell’interazione che può esserci fra la gente “ospitante” e gruppi religiosi estranei. Esiste un famoso caso da manuale accaduto a Postville in Iowa, che fino agli anni 80 era stato un tranquillo paese rurale di circa 2000 persone tutte o quasi di origine europea, in gran parte di religione luterana e con il loro modi molto americani. Un bel giorno in quel luogo patria del maiale degli hassidici acquistarono una fabbrica per la macellazione per trasformarla in una per il confezionamento di carne kosher e alcune centinaia di questi religiosi vi si trasferirono. Apprendo da più articoli, video e recensioni ( 6, 7) che la gente locale, inizialmente molto sorpresa da questi alieni con le trecce e i colbacchi indossati anche d’estate, dopo un primo momento di freddezza provarono ad accoglierli per poi scoprire che non c’era compatibilità e che i bianchi cristiani del posto venivano guardati dall’alto in basso. La situazione si appesantì anche con l’arrivo di latinos attirati dal lavoro in fabbrica . Lasciando da parte gli operai “latinos”, l’idea del mondo degli americani provinciali non corrispondeva per niente a quello assolutamente non americano e isolazionistico, “Dio è con noi” degli hassidici monoteisti. Questi erano lì per sfruttare le risorse, la terra e il bestiame e non per avere rapporti stretti con gli altri. Un giornalista ebreo non credente autore di un libro (5) alla fine si trovò a parteggiare per gli americani “white” contro propri correligionari e fu bollato come uno che tradisce la propria gente. Nel 2008 un raid delle autorità federali pose fine ad una serie di illegalità come il lavoro nero e la fabbrica fallì lasciando Postville in uno situazione drammatica, culturalmente devastato e con gente senza lavoro. Buona parte degli ebrei andarono via. Secondo vari commentatori e professori è stata una grande lezione per capire i limiti e i pericoli per il tessuto sociale di approcci superficiali all’immigrazione e integrazione  ( 6, 7). Come viene ribadito da più intervistati la verità che emerge è che spesso comunità e fedi diverse non sono socialmente conciliabili e al massimo possono tollerarsi per un lasso di tempo.

Aggiornamento del 31/08/2014

Un caso che ricorda l’evento di Postville è accaduto in un villaggio del Guatemala dove un gruppo di hassidici della setta Lev Tahor ha cercato di stabilirsi causando la reazione degli indigeni di origine Maya che dopo del tempo li hanno minacciati e costretti ad andarsene (8). Penso che la gente del villaggio di culto “cattolico” con i propri costumi e tradizioni ha percepito un pericolo a causa dell’elevatissima prolificità e della mentalità di questi hassidici e ha calcolato che nel giro di poco tempo sarebbero probabilmente stati fatti fuori sia demograficamente che culturalmente; forse hanno anche saputo di ciò che è accaduto a Postville.

 

  1. Secret World of Hasidism – video
  2. Fury at Hasidic biz dress codes – by Gary Buiso – nypost.com  22/07/2012
  3. Hasidic Jews Fighting New Square – video
  4. Five men arrested for gang assault against black gay Brooklyn man: sources – by O.Yaniv R. Parascandola – nydailynews.com
  5. Postville: A Clash of Cultures in Heartland America – by Stephen G. Bloom – Editore Mariner Books – settembre 2001
  6. Postville: A Clash of Cultures in Heartland America, by Stephen G. Bloom– book reviews about.com – By Austin Cline
  7. Postville – video
  8. Guatemala, decisione shock: villaggio espelle oltre duecento ebrei ultra-ortodossi- 30/08/2014 – repubblica.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il luglio 20, 2014 da con tag , , , , , , , , .

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: