Sol Invictus

Sotto il Sole

Statura, intelligenza e pedofilia

Aggiornato il 17/04/2016
Essere più alti correla con l’essere più intelligenti. È stata dimostrata una forte componente genetica per la statura e l’ereditabilità è stata calcolata essere oltre 0.80 ed è dovuta a molti geni che hanno effetti additivi. Studi recenti indicano che una cosa simile vale anche per l’intelligenza.

Secondo una ricerca del 2013 la correlazione fra i due caratteri si deve a geni condivisi pleiotropici, che influenzano più fenotipi, e all’accoppiamento assortativo. Infatti secondo lo studio risulta una leggera tendenza per le persone intelligenti a preferire persone alte e viceversa. Le correlazioni per fenotipi incrociati indica che donne intelligenti si accoppiano preferibilmente con uomini alti (r=0,18) e lo stesso vale per maschi intelligenti e donne alte (r= 0,11). In particolare le variazioni genetiche additive per QI e statura erano superiori del 28% e 13% rispettivamente a quelle che sarebbero state altrimenti con un accoppiamento casuale. I ricercatori hanno stimato la correlazione fra le due caratteristiche pari a 0,08 nei maschi e 0,17 nelle femmine (1).

Una ricerca scozzese sulla relazione statura alta – intelligenza è stato pubblicato nel 2014. Durata ben 5 anni, è innovativa perché invece di usare i soliti gemelli MZ e DZ hanno testato 6800 persone non imparentate cercando marcatori genetici che influenzano la statura e il QI. Hanno ottenuto una correlazione fenotipica di 0,16, una correlazione genetica di 0,28 ed un’ereditabilità di 0,71. Si è concluso che la genetica con circa il 70% e l’ambiente con il 30% contribuiscono a determinare la relazione (2) (3) (4).

Passando ad altre correlazioni, un metastudio, dopo l’analisi di molte ricerche, conclude che esiste una relazione fra bassa statura e malattie cardiovascolari. Si vede che il gruppo di persone con statura media inferiore a 160,5 cm mostra un rischio relativo di circa 1,5 per malattie cardiovascolari CVD rispetto alle persone mediamente sopra i 173,9cm. Fra gli studi non inclusi nel metastudio principale c’è un gruppo di sette che, analizzato separatamente, porta alla conclusione che ogni 5-10cm in meno si ha un aumento di rischio del 10-15% per tutte le cause di morte o CHD (malattie coronariche). Con una certa proporzionalità, si osserva anche che 30 cm di altezza in meno possono comportare un rischio doppio (5).
Correlazioni sarebbero state trovate anche fra bassa statura e ischemia cerebrale, diabete e Alzheimer secondo quanto riportato (3). Ricercatori ad Oxford hanno trovato che sentirsi piccoli rende le persone paranoidi diffidenti e timorose (complesso di Napoleone). Le persone più piccole avrebbero più probabilità di avere problemi mentali (4).

Ogni medaglia ha il suo rovescio e in uno studio condotto su donne e diffusamente riportato dai media s’è visto che per ogni 10 centimetri circa di statura in più c’è una aumento del 13% della probabilità di cancro. L’aumento è del 23 -29% in più di rischio per cancri ai reni tiroide e sangue (6). Apprendo che risultati simili sono stati trovati altrove per gli uomini. Una possibile spiegazione basata sulla semplice statistica che viene subito in mente è che le persone più grandi hanno più cellule e quindi c’è una maggiore probabilità che avvenga una mutazione da cui si sviluppi un cancro. Anche un cervello più grande lo è solitamente per il numero di cellule e le dimensioni dell’organo correlano con l’intelligenza (r=0,30 – 0,40) come risulta da ricerche con risonanza magnetica. Infatti con riferimento agli studi menzionati all’inizio si può pensare alla statura come “proxy” per le dimensioni cerebrali. Una considerazione è che la probabilità di ammalarsi di qualche tipo di cancro aumenta con l’avanzare dell’età, ma è relativamente bassa prima e durante il periodo riproduttivo migliore: si può dedurre che biologicamente le maggiori dimensioni fisiche comportano generalmente un vantaggio riproduttivo grazie alla forza e salute e quindi la selezione dovrebbe favorirle se non vi sono limitazioni di risorse come il cibo, pur pagando uno scotto con probabilità di cancro più elevata successivamente.

Pedofilia
I pedofilia e gli ebofili sono mediamente di statura significativamente più bassa rispetto al resto della popolazione e si pensa che varianti genetiche dannose potrebbero essere responsabili di questa correlazione in una parte dei soggetti pedofili (7).
Il fisiologo clinico James Cantor dell’università di Toronto studiando i soggetti pedofili anche con la risonanza magnetica è giunto alla conclusione che presentano anomalie simili a collegamenti incrociati nella materia bianca del cervello. Gli adulti normalmente hanno verso altri adulti comportamenti sessuali ben riconoscibili, per esempio gli uomini abbassano del tono di voce con le donne ecc. mentre hanno un comportamento parentale, avunculare, con i bambini. Nei pedofili la risposta verso i bambini è invece di tipo sessuale, come se fossero adulti. La statura dei pedofili è mediamente di circa 2,5 cm inferiore rispetto a quella  della popolazione generale, una differenza che Cantor ritiene significativa fisiologicamente e il loro QI è mediamente di 10-15 punti inferiore, una differenza notevole. Cantor sottolinea che non risulta alcuna relazione fra pedofilia e omosessualità (8).

Aggiornamento 17/04/2016
In uno studio s’è visto che fra un campione di persone segnalate per i loro comportamenti pedofili c’era una frequenza più alta di alcune malformazioni fisiche minori che derivano dallo stesso foglietto embrionale da cui si sviluppa il sistema nervoso centrale (9). Oltre alla statura minore mediamente di oltre 2 centimetri come già detto, eccone altre:
-orecchie basse
-lobo dell’orecchio attaccato
-palato alto
-mancinismo a frequenza molto elevata del 30-35%
-lingua fissurata o scrotale
– quinto dito curvo
-terzo dito del piede più lungo del secondo e spazio eccessivo fra primo e secondo dito del piede

Alcuni studi indicano una probabile famigliarità di pedofilia e disturbi mentali. Questi risultali sono compatibili con una base anche genetica di questa tendenza sessuale (Link) .
Wilson e Cox (1983) studiarono un gruppo di membri di un club di pedofilia. Le differenze psicologiche più marcate fra pedofili e gruppo di controllo erano sulla scala di introversione, con i pedofili che mostravano un’elevata timidezza, sensibilità e depressione. Inoltre fra i pedofili e stata trovata una maggiore probabilità di avere subito traumi alla testa con risultante stato di incoscienza (Link).

  1. The Genetic Correlation between Height and IQ: Shared Genes or Assortative Mating? – Matthew C. Keller et al.- plosgenetics.org – Published: April 04, 2013 DOI:10.1371/journal.pgen.1003451
  2. Common Genetic Variants Explain the Majority of the Correlation Between Height and Intelligence: The Generation Scotland Study – Riccardo E. Marioni et al. 2014 – link.springer.com/article/10.1007/s10519-014-9644-z
  3. Taller People More Intelligent Than Shorter Ones; IQ Levels Go Up with an Increase in Height: Study – By Roshni Mahesh – March 4, 2014 – ibtimes.co.in
  4. They’re already called ‘vertically challenged’ – but are short people intellectually challenged too? – by Eleanor Harding – 2 March 2014
  5. Short stature is associated with coronary heart disease: a systematic review of the literature and a meta-analysis – Tuula A. Paajanen, Niku K.J. Oksala, Pekka Kuukasjärvi, Pekka J. Karhunen – 2010 – eurheartj.oxfordjournals.org – Eur Heart J (2010) doi:10.1093/eurheartj/ehq155
  6. Women’s height linked to cancer risk, study finds – July 25, 2013 – sciencedaily.com/releases/2013/07/130725141521.htm
  7. Physical Height in Pedophilic and Hebephilic Sexual Offenders – James M. Cantor et al. (2007) – sax.sagepub.com – doi:10.1177/107906320701900405
  8. ‘Paedophilia IS an illness’: An abnormally-wired brain causes the predatory behaviour, claims expert – – 22 January 2014 – dailymail.co.uk
  9. Can scientists spot a pedophile? Study claims they are more likely to have physical deformities and be left-handed – 10 June 2015 – By Ellie Zolfagharifard – dailymail.co.uk

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il giugno 28, 2014 da con tag , , , , , , , , .

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: