Sol Invictus

Sotto il Sole

Genoma di un siberiano di 45000 anni fa e Neandertal

C’è un articolo su uno studio (1 e 2) in cui è stato sequenziato l’intero genoma estratto da un osso umano trovato presso un fiume in Siberia occidentale nel 2008. Risale a 45000 ed è uno dei più antichi resti di Uomo Moderno del nord eurasiatico. I risultati hanno rilevato la presenza di DNA di Neandertal in percentuale leggermente più elevata di quella tipica degli euroasiatici attuali e la lunghezza dei segmenti di DNA indicano che l’ibridizzazione avvenne non molto tempo prima, circa 50.000-60.000 anni fa secondo il ricercatore Pääbo. Dai commenti pare che non sia menzionata la presenza o meno di DNA dell’Uomo di Denisova.

Colgo l’occasione per un aggiornamento sommario sugli studi che trattano l’ibridizzazione con Neanderthal. C’è chi la ritiene poco probabile anche se non impossibile notando la completa assenza negli individui moderni campionati finora di DNA mitocondriale attribuibile ai Neandertal e che l’analisi di materiale nucleare comunque pone un limite superiore al loro contributo di 1,5% (3). 

Invece un documento del 2014 dava una stima di 3,4-7,9% di N. nei moderni attuali (4). Altri si orientano su un 2% nelle popolazioni eurasiatiche e notano che probabilmente in origine la concentrazione era più alta, 3% o più, e quindi apparentemente in accordo con lo studio menzionato all’inizio, ma si è abbassata a causa di una forte selezione. Il DNA di N. è risultato particolarmente scarso nelle parti riguardanti i testicoli e nel cromosoma X il che fa pensare che gli ibridi fossero meno fertili (5 e 6). 

Infine, uno studio (7) oltre a menzionare un 1-3% di DNA di N. nei non-africani dice che tale valore si riferisce ai singoli individui che però non avrebbero ereditato tutti gli stessi segmenti e che l’analisi porta a stimare un patrimonio complessivo di tale DNA nelle popolazioni esistenti sensibilmente più alto che potrebbe arrivare al 20%. Mi domando se questo possa spiegare le sensibili variazioni nelle stime delle diverse ricerche.
Gli asiatici orientali riusltano avere un 20% di Neanderthal in più degli occidentali (7 e 8).
Per altri studi vi rimando ad un precedente mio post
.

  1.  Oldest modern human genome from Siberia ~45 thousand years ago – Dienekes Pontikos – Link
  2. Oldest Homo sapiens Genome Pinpoints Neandertal Input – Ann Gibbons – Science 28 Mar 2014: DOI: 10.1126/science.343.6178.1417
  3. No evidence of Neandertal admixture in the mitochondrial genomes of early European modern humans and contemporary Europeans – Silvia Ghirotto et al. – 2011 – DOI:10.1002/ajpa.21569
  4. Neandertal Admixture in Eurasia Confirmed by Maximum-Likelihood Analysis of Three Genomes – Konrad Lohse, Laurent A. F. Frantz – Genetics – 2014 – DOI:10.1534/genetics.114.162396
  5. Neandertal admixture in modern humans: some of it adaptive, some selected-against (Sankararaman et al. 2014) – January 29, 2014 – Dienekes Pontikos – Link
  6. The genomic landscape of Neanderthal ancestry in present-day humans – Sriram Sankararaman – Nature (2014) doi:10.1038/nature12961
  7. Resurrecting Surviving Neandertal Lineages from Modern Human Genomes – B.Vernot, J. M. Akey – sciencemag.org/
  8. Resurrecting Neandertal Lineages (Vernot and Akey 2014)- January 30, 2014 – Dienekes Pontikos-  Link
Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il marzo 29, 2014 da con tag , , , , , .

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: