Sol Invictus

Sotto il Sole

Utah, mormoni e i limiti della società multiculturale

Utah in United States

Lo Utah è uno dei 50 Stati degli USA. Nel 2010 circa l’80% della popolazione era di razza bianca, circa il 60% era mormone e prevalentemente di origine europea nord occidentale con una percentuale relativamente alta di sangue inglese. Gli abitanti fumano e bevono poco rispetto agli altri americani. In effetti ai mormoni è proibita anche la consumazioni di alcune bevande calde come tè e caffè, ma non di altre caffeinate (1). Lo Utah è lo Stato più repubblicano e il 57% della popolazione si definisce molto religioso.

Il PEW Center on the States Government Performance nel 2008 classificò lo Utah come lo Stato meglio governato degli USA. Ha avuto la produttività più alta nel 2011, le imprese hanno sviluppato il comparto della tecnologia avanzata e continuano ad evolvere. L’Università dello Utah ha recentemente raggiunto il MIT per numero di compagnie, 80, create grazie alla ricerca. È uno dei migliori Stati per il business per una serie di motivi incluso il numero di ore lavorate. I bambini godono di benessere elevato ed è lo Stato che ha il più alto tasso di natalità degli USA che infatti è superiore del 25% alla media nazionale della crescita demografica deriva da questa caratteristica e l’immigrazione contribuisce meno che in altri Stati.  A quanto pare i mormoni lavorano sodo, sono rispettosi, tendono a divorziare poco e ad avere famiglie unite e relativamente più prolifiche.

Può sorprendere che gli “Utahnians” siano dei gran conservatori  visto il benessere sociale. Solitamente si pensa che una società debba essere liberale o socialdemocratica o comunque avere forti spese sociali per ottenere una buona qualità di vita. Invece no. Nello Utah si spende pochissimo per il TANF (assistenza temporanea alle famiglie) e altrettanto per l’educazione dei bambini. Però è in fondo alla classifica americana per numero di adolescenti incinte , nascite fuori dal matrimonio e aborti: rispettivamente 47esimo 50esimo e 50esimo posto fra gli Stati USA. Come si spiega questa apparente contraddizione? Con il forte legame sociale creato dalla religione comune a gran parte della popolazione, il mormonismo di cui la componente maggioritaria è La Chiesa di Gesù cristo dei santi degli ultimi giorni che include il 99% dei mormoni. Tale uniformità religiosa spinge ad un forte senso di comunità rafforzato dalla relativa omogeneità etnica della popolazione mormone e quindi dello Stato, e un forte senso della famiglia e del dovere. Molti giovani mormoni spendono due anni in missione nel mondo per convertire il prossimo; imparano al contempo come interagire, socializzare e fare del marketing religioso, che poi sarà utile qualora dovessero lavorare nel marketing commerciale.

Infatti Robert Putnam, un accademico liberale, con una vasta ricerca ben controllata che ha fatto storia, ha scoperto suo malgrado che più diversità c’è in una comunità e meno la gente vota, fa volontariato e carità, meno lavora su progetti per la comunità. Secondo la teoria del “contatto” il mettere insieme persone di cultura diversa promuove la comprensione reciproca. Seconda la teoria del “conflitto” questo tipo di interazioni comporta tensione e discordia. Il ricercatore non ha trovato prove significative né dell’una né dell’altra. Invece ha scoperto che la diversità provoca un malessere civico generale. Il livello di fiducia diventa più basso non solo fra gruppi diversi, ma anche fra individui dello stesso gruppo.

In un recente studio Glaeser e Alberto Alesina avrebbero dimostrato che circa metà della differenza nella spesa sociale fra USA ed Europa è dovuta alla maggiore diversità nella società USA. Gli studiosi Matthew Kahn della UCLA e Dora Costa del MIT hanno recensito 15 studi in un documento del 2003 e tutti quanti collegavano meno spesa sociale ad una maggiore diversità nella popolazione. Come si riconcilia questo con la maggior vitalità culturale ed innovazione tecnico-scientifica dovute all’aumento della diversità che viene riscontrata nei centri urbani? L’articolo suggerisce che probabilmente vi è un limite oltre il quale la diversità introdotta in una comunità tende a disgregarla. Si ipotizza anche che col passare del tempo le cose possono migliorare. Però se si osservano i Paesi distrutti da guerre striscianti interetniche viene il dubbio che certe cose non si aggiustino neanche dopo secoli. Probabilmente introdurre nuove idee magari tramite la presenza necessaria e a volte temporanea, di un piccolo gruppo di estranei non è la stessa cosa che trapiantare centinaia di migliaia o milioni di persone appartenenti ad una moltitudine di culture ed etnie come avviene in molti Paesi occidentali. Spesso i nuovi arrivati hanno modi di vivere e pratiche che sono poco conciliabili con quelle della popolazione locale e possono anche cercare di manipolare la società a loro vantaggio i con la scusa del multiculturalismo. Insomma, i mantra che molte personalità pubbliche e media propinano ai propri sottomessi non trovano un gran riscontro nello studio di Putnam.

Curiosità: c’è un articolo di Wikipedia che descrive Sister Wives,un reality show televisivo americano sulla poligamia cominciato nel 2010 e ambientato a Lehi nello Utah che inevitabilmente ha attirato una pioggia di critiche, ma ha avuto un certo seguito. Comunque i poligami mormoni sono solo qualche decina di migliaia e appartengono a gruppi fondamentalisti.

(1) “Mormon church confirms its members are allowed to drink coke and Pepsi.. but tea is still banned” James Nye, Daily Mail

Photo Credit:TUBS/CC-BY-SA-3.0

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il novembre 13, 2013 da con tag , , , , , .

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: