Sol Invictus

Sotto il Sole

Componente genetica orientale nei turchi anatolici

 Le lingue turche fanno parte della famiglia linguistica altaica a cui appartengono anche le lingue mongole, tunguse, nipponiche e coreana. Essa prende il nome dalla catena montuosa omonima in Siberia. I turchi sono originari di quella regione e uno studio condotto in una necropoli appartenente alla civiltà degli Xiongnu, che si sospetta parlassero un linguaggio turco, scoperta nella parte centro-occidentale dell’attuale Cina, mostra che le attuali popolazioni turche condividono materiale genetico rilevante con i resti di quelle tombe e quindi discendono almeno in parte da essi. Inoltre i resti umani hanno mostrato come quella popolazione avesse assorbito una componente caucasoide già 2000 anni fa. A causa di ulteriori mescolanze nei secoli successivi quasi tutti i popoli turchi esistenti oggi sono in parte mongoloidi e in parte caucasoidi in proporzioni diverse a seconda della loro storia delle diverse migrazioni con l’eccezione degli Jakuti che risultano essere quasi totalmente mongoloidi, circa il 95% secondo un’analisi.

Sappiamo che i turchi anatolici discendono in parte da popolazioni giunte dall’Asia centrale e in parte da popolazioni preesistenti come armeni, ai quali risultano più simili per quanto riguarda la componente genetica caucasoide, greci e altre. Alcune analisi hanno prodotto risultati che sono abbastanza concordi: già nel 2005, usando aplgruppi Y-DNA non ricombinante e aplogruppi mitocondriali, quindi un metodo relativamente rudimentale, si era stimato un 6,2% di DNA di ceppo orientale. Altre analisi hanno stabilito che i turchi anatolici discendono per circa il 13% da popolazioni centro-asiatiche che però a loro volta derivavano da una fusione di caucasoidi locali e gente provenienti da zone più nord-orientali e probabilmente un tempo più mongoloidi. Approfondendo e filtrando l’elemento caucasoide centro-asiatico al ricercatore è risultato che i turchi anatolici hanno il 7,2% di sangue est asiatico. È evidente che negli anni le tecniche analitiche si sono affinate e gli asiatici orientali sono stati campionati meglio, quindi la percentuale è leggermente aumentata rispetto alle stime iniziali.

Concludendo i popoli turchi man mano che si spostavano verso occidente assimilavano una componente occidentale sempre maggiore. Nella stessa Turchia c’è qualche località dove i turchi si sono mantenuti più isolati e si sono mischiati meno con la popolazione preesistente. Questo è visibile in un villaggio di Afshari la cui tradizione orale dice che provengono direttamente dall’Asia centrale. La versione è confermata da un studio del 2008 che mostra come il mix di aplogruppi paterni riflette pesantemente le  componenti di quella regione e sensibilmente meno quelle della maggioranza degli anatolici che mostrano invece un’alta percentuale di aplogruppi tipici del mediterraneo orientale. 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il agosto 24, 2013 da con tag , , , , .

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: