Sol Invictus

Sotto il Sole

Alcol e creatività verbale

L’alcol etilico fa vivere più a lungo persino i vermi. Si può dire che faccia bene? Dipende dalla campana che si ascolta, però vi sono molti studi che rilevano un effetto benefico se si consuma una piccola quantità giornaliera.

Ora però voglio esaminare un particolare aspetto, quello relativo ai possibili effetti della sostanza sulla creatività, capacità intellettuale che non credo sia facile definire oggettivamente. Nel 2012 furono riportate le conclusioni di uno studio dell’Università dell’Illinois: l’assunzione di alcol ha un impatto migliorativo rilevante su un certo tipo di prestazione intellettuale. Somministrarono ad un campione di soggetti umani un dose sufficiente a portare la concentrazione oltre 0,07% (il limite legale tipico negli Stati Uniti dovrebbe essere 0.08% di alcol nel sangue) e poi li sottoposero ad un test verbale che misura la capacità di associare delle parole ad altre. Quel gruppo fu paragonato ad uno di controllo. I risultati furono notevoli: i soggetti quasi ubriachi indovinarono un numero maggiore di parole rispetto ai sobri impiegandoci una media di oltre 11 secondi contro circa 15 secondi degli altri.

Altre ricerche fatta sui ratti mostrano che l’alcol ha la caratteristica di prolungare il ricordo di una precedente esperienza a cui vengono sottoposti i roditori mentre tende a favorire il rilascio di steroidi interrompendo la memoria a breve termine e quindi la conversione  a lungo termine. Questo potrebbe spiegare perché talvolta le persone ricordano poco o niente della serata precedente durante la quale si sono ubriacati quando si svegliano il mattino dopo. Mettendo insieme le informazioni si deduce che bevendo per dimenticare si ottiene probabilmente il risultato contrario. L’individuo ricorderà con difficoltà alcune cose più recenti perché la memoria a breve termine viene compromessa dall’alcol, ma più difficilmente riuscirà ad eliminare esperienze dolorose remote.

Questi risultati sono interessanti se messi in relazione con un dato statistico (1) tratto da un libro in cui l’autore stima che il 71% degli scrittori prominenti del 20° secolo bevvero eccessivamente. È vero, questo può essere spiegato anche con una tendenza alla depressione e alla solitudine degli scrittori che li rende preda dell’alcol, ma la cosa è da tenere in considerazione. Un altro studio del 1992, non esente da critiche o spiegazioni alternative, che però induce a pensare ad un effetto positivo dell’etanolo sugli scrittori.

Quindi formulo un’ipotesi: è possibile che l’alcol da un lato aumenti le capacità associative di natura verbale e faciliti la fluidità della scrittura perché rende più immediate le parole ed espressioni giuste anche se non necessariamente l’intelligenza complessiva. Dall’altro, impedendo parzialmente la memoria a breve termine, riduce le distrazioni  aiutando a focalizzare l’attenzione; “stabilizzando” la memoria a lungo termine rende più semplice allo scrittore mantenere il filo per centinaia di pagine senza dovere andare a rileggere più di tanto ciò che ha scritto. Questo potrebbe valere soprattutto per la componente emotiva che perdurando nel tempo si traduce in costanza di ispirazione, nell’utilizzo di alcune espressioni piuttosto che altre e in una maggiore coesione dello scritto.

Nei commenti dei lettori trovati qua e là non tutti sono d’accordo con queste conclusioni; non tutti credono di ottenere un vantaggio dall’etanolo. Anzi alcuni affermano di trarne un danno. Ovviamente queste sono conclusioni personali senza base statistica, ma può darsi che vi sia una sensibilità individuale agli effetti complessivi dell’etanolo assorbito. Inoltre da quello che leggo in alcuni post e articoli, anche nei blog, deduco che più che di alcol una certa percentuale di autori faccia uso di allucinogeni.

(1) “Does Alcohol Improve Your Writing?”  Slate Magazine

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il agosto 3, 2013 da con tag , , , , .

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: