Sol Invictus

Sotto il Sole

Zingari e demografia

C’è un problema demografico che difficilmente andrà via. Ne sanno qualcosa tanti Paesi, in particolare dell’est Europa. La popolazione degli zingari è in forte aumento e a quanto pare ormai stanno diventando un dramma sociale in Ungheria, Bulgaria, Romania… e presto forse anche in Italia. La Francia iniziò nel 2010 un programma di espulsione di quella gente che sembra essere spesso difficilmente integrabile. Se capite l’inglese guardate questo video di un rumeno. Si parla di zone della Romania in preda alla criminalità, di povera gente non difesa da politici corrotti o dai poliziotti che è costretta a vendere le proprie case alle gang di zingari ad un prezzo irrisorio . Secondo il video il tasso di natalità di questi ultimi è tale che nelle prossime generazioni potrebbero diventare la maggioranza anche in alcune zone della Bulgaria. In Ungheria non sanno come fare e così in altri Paesi come dice questo articolo. Addirittura un giornalista ungherese afferma che non dovrebbe essere permesso loro di esistere.

Come abbiamo detto, il problema è innanzitutto demografico. Il tasso di natalità tipico degli zingari è alto, molto superiore a quello modesto delle popolazioni europee fra cui vivono. In alcuni posti sono ormai il 10% della popolazione totale, ma il 20% dei nuovi nati. Dato che spesso vivono di espedienti e al margine della società europee quando non al di fuori, c’è un aggravio sempre maggiore per le finanze degli Stati in cui sono numerosi che forniscono loro, volenti o nolenti, i mezzi per vivere e moltiplicarsi. Un circolo vizioso che ormai rischia di spaccare le società civili come dicono gli articoli dei link e spiegano l’emergere di fazioni di estrema destra alimentati dalla disperazione delle popolazioni etniche locali che non ne possono più. Il limite dei sistemi di organizzazione sociale e welfare, progettati per popolazioni etniche stanziali e con determinati tratti culturali mostrano la corda quando si tratta di genti estranee che esulano dai parametri tipici. Fra l’altro gli zingari hanno una discreta quantità di sangue proveniente dal subcontinente indiano e anche dal Medio Oriente.

Arriviamo al nocciolo della questione: la punta dell’iceberg che rivela un grave problema nascosto è costituto dai risultati dei test psicometrici a cui sono stati sottoposti nel corso degli anni alcuni gruppi di zingari. Mediamente molto deludenti in qualche caso sono stati disastrosi al punto da lasciare increduli gli esperti. La tabella a p. 297 di “The IQ of Gypsies in Central Europepresenta i risultati ai test di QI di campioni di bambini zingari e non: la media per i primi è di circa 80, bassissima e inferiore a quello degli afroamericani, mentre per i secondi è circa 101, media tipicamente europea. Si può vedere in questo studio del 2006 sulla popolazione adulta di tre comunità di zingari serbi sottoposti a test con matrici di Raven che essi ottennero un punteggio QI di circa 70 che viene detto corrispondere al livello mentale di un bambino serbo di dieci anni. Un paragone che può dare un’idea delle probabilità di successo scolastico. Con tutti i caveat del caso questi punteggi raso terra potrebbero spiegare l’alto tasso di abbandono scolastico da parte dei bambini zingari riportato da diverse fonti.

Purtroppo la situazione pare non essere tollerata molto dalle popolazioni locali in alcuni Paesi. Il problema è aggravato dall’arrivo di altri migranti poveri. Alcune società europee rischiano un collasso fisico oltre che culturale e sociale. In un periodo di crisi mondiale si stanno svenando per mantenere economicamente ciò che è insostenibile con le attuali tecnologie e leggi. Un rimedio andrà trovato alla svelta e difficilmente potrà essere un ulteriore dissanguamento a suon di spese incontenibili e buonismi.

Link

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il luglio 8, 2013 da con tag , , , , , .

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: