Sol Invictus

Sotto il Sole

Influenza genetica slava (e non) sulla popolazione greca

Tribù slave meridionaliAggiornato il 26/02/2016
Le popolazioni balcaniche tendono ad essere affette da forme accentuate di nazionalismo a causa dei continui conflitti e delle invasioni che hanno martoriato la regione e anche fra i greci alcuni non apprezzano quando si accenna al fatto che probabilmente un fetta minoritaria, ma consistente della popolazione discende non dagli antichi ellenici di epoca classica, ma da popolazioni straniere giunte in quel paese nel medioevo e in periodi più recenti. Con quest’articolo non voglio trarre delle conclusioni definitive, ma inquadrare la questione.

In Grecia c’è la piccola minoranza linguistica slava nel nord del Paese e subito vengono in mente le polemiche con la Macedonia slava (Fyrom). Le grandi migrazioni slave dal quinto secolo d.C. in poi modificarono gran parte dei Balcani ed si spinsero fin giù nel Peloponneso come si può dedurre dalle cartina della distribuzione delle tribù slave dell’epoca. Guardando varie fonti che trattano argomenti di genetica e facendo confronti approssimativi fra i dati delle zone a forte insediamento greco in Sicilia orientale, in Anatolia e nell’Egeo che in genere non subirono l’impatto degli slavi, almeno non direttamente, e quelli dei greci moderni continentali si può dedurre che questi hanno assorbito una discreta quantità di slavi, che probabilmente costituisce geneticamente circa il 10-20% dell’attuale popolazione greca, come suggerisce un genetista nei commenti a “FastIBD over 2,257 Europeans“, articolo che descrive un test che mostrerebbe una probabile immissione di elemento slavo nel medioevo. Interessante a questo proposito la distribuzione dell’aplogruppo maschile R1a1 che pur non essendo un carattere solo slavo è comunque almeno in parte associato all’espansione di quelle genti e raggiunge un’elevata concentrazione nel nord della Grecia. Inoltre a pag. 9 diThe Geography of Recent Genetic Ancestry across Europe” commentato in un altro post c’è un grafico che mostra una certa relazione genetica non remota della Grecia con paesi slavi come la Polonia che può essere spiegata facilmente con le migrazioni medioevali. Quasi certamente la Grecia ha avuto un discreto “spostamento” genetico verso nord e allontanamento dall’Anatolia grazie a queste migrazioni, come d’altronde è successo a tutte le popolazioni balcaniche. Si può dire che gli slavi hanno unificato e uniformato la metà orientale dell’Europa probabilmente anche riducendo drasticamente l’impatto finale delle migrazioni di popolazioni asiatiche come Unni e Avari.

  Quanto sopra riguarda la popolazione greca in generale. Secondariamente, un’altra cosa da esaminare è la presenza di alcune minoranze relativamente numerose presenti sul territorio ellenico che ha poco più di una decina di milioni di abitanti. Vi sono gli Aromeni che “ufficialmente” sono poche decine di migliaia, ma si pensa che in realtà siano circa 200.000 contando quelli che oggi si identificano come greci o sono stati più o meno assorbiti di recente nel resto della popolazione. Da dove originino non si sa bene, ma si pensa che una parte venga da più a nord, da zone a cavallo del Danubio. Al momento non mi risulta che ci si sia sforzati di fare loro degli esami genetici. A questi sono da aggiungere le popolazioni di origine albanese immigrate anticamente che forse sono in tutto duecentomila (le stime variano), come gli Arvaniti che si trovano anche nell’Attica e che tendono a non identificarsi come albanesi secondo Wikipedia. Spesso si sono spostati nelle città in seguito all’urbanizzazione degli ultimi decenni. Poi ci sono la minoranza musulmana e gli anatolici fuggiti dalla Turchia nel corso della Storia, ambedue comunità in parte di origine non propriamente balcanica.

Nella visione d’insieme, aggiungendo le componenti storicamente non “elleniche” delle minoranze menzionate all’elemento slavo assorbito si può dedurre che la popolazione residente in Grecia ha avuto un consistente input genetico esterno negli ultimi 15 secoli.

Aggiornamento del 16/04/2014

Recentemente è uscito uno studio riportato da altri (1) che stima per tanti paesi europei le percentuali di mescolanze storiche di una certa importanza fra due o più popolazioni diverse che definisco “ricostruite”. Viene anche stimato quando avvennero. Ho letto che ha destato una certa sorpresa in Grecia dove sarebbe stato riportato dai media. Attribuisce una percentuale molto forte, circa il 37% del patrimonio genetico dei greci moderni, a popolazioni di tipo slavo giunte da nord con mescolamento intorno al 1054 d.C. È possibile, ma vorrebbe dire che degli abitanti della Grecia classica non è rimasto molto considerato quanto scritto sopra. Il paper è stato criticato da alcuni commentatori per alcuni aspetti. A me come ad altri tale valore per la Grecia pare alto visto che Bulgaria e Romania ne avrebbero ricevuto meno secondo i grafici a torta. C’è anche chi sugerisce che sia dovuto al numero limitato di persone campionato con forse un’eccessiva presenza di Greci del nord. Per conto mio propendevo per un 15-20% di origine slava nella popolazione greca però è una valutazione che di scientifico ha poco. Vedremo cosa diranno gli studi futuri.

Aggiornamento 26/02/2016
Segnalo un post (2) interessante in cui il blogger si domanda indirettamente quanto greci siano i greci accennando al fatto che hanno da zero al 25% di elemento slavo nelle vene. Stimo mediamente un 15%. I commentatori forniscono informazioni e cifre che indicano come probabilmente in molte aree i greci moderni non abbiano moltissimo (e forse nemmeno molto) a che fare con gli antichi abitanti locali, anche escludendo le consistenti “minoranze” più o meno grecizzate come arvaniti, arumani (valacchi) e pomacchi, questi ultimi stimati essere di origine slava all’80% secondo un commento.
Gli accordi fra Stati a cavallo del 1920 videro la dipartita di centinaia di migliaia di slavi dalla Grecia su una popolazione totale di circa 5 milioni nel 1921, (mappa degli scambi).
Poi si accenna alle centinaia di migliaia di slavi deportati dai bizantini da varie zone dei Balcani meridionali, Macedonia compresa e trasferiti in Anatolia.
Inoltre ci furono trasferimenti in Grecia dal sud Italia di gente ellenizzata, ma probabilmente solo in piccola parte di origine greca.
Si parla anche di quanto riferito da una principessa Anna Comnena, che descrisse il gran numero di eretici e sette, anatolici non-greci, caucasici, armeni, ecc. trasferiti nell’attuale Grecia dai bizantini.
Si menzionano le crociate e il controllo di Venezia e Genova sull’Attica, colonie e avamposti. A queste forze si debbono probabili tracce di presenza occidentale a Famagosta, Cipro (3).
In pratica ci furono molti e consistenti spostamenti di popolazioni in Grecia, soprattutto nella metà settentrionale del paese. Forse qualche studio genomico accurato che confronti gli antichi greci di 2000 anni fa con i moderni potrà dare una risposta definitiva su quanto di antico e locale sopravviva nei greci moderni delle varie regioni.

  1. Human admixture common in human history (Hellenthal et al. 2014)Dienekes Pontikos

  2. Greece – Posted on February 22, 2016 – by gcochran9 – westhunt.wordpress.com/ – Link
  3. Greek-Cypriot Y-chromosomes – Thursday, February 11, 2016 – eurogenes.blogspot.it – Link

Image: By Hxseek (http://en.wikipedia.org/wiki/File:700.png) [Public domain], via Wikimedia Commons

2 commenti su “Influenza genetica slava (e non) sulla popolazione greca

  1. lia
    gennaio 1, 2014

    L’influenza e di tipo linguistico quello genetico e influenzato in misura minore la genetica dei greci risulta al 95% bianca caucasica Quello che voi chiamate aromani sono i greci thraci sfuggiti dall impero ottomano e dove katerina di russia aveva dato asilo vicino al volga ma si come non gl piaceva si erano spostati n romania dove nei secolsi sono sottoposti a deellenizazione ad arrivare ai giorni nostri per passarli per rumeni gli arvanites sono la rimanenza dei greci di Epiro mischiati con gli illirii spostati al sud con larrivo dei slavi e croati ma ovviamente avendo creato lo stato d’albania continuano a chiamarli albanesi per dare un identita ai albanesi musulmani mercenari portati la dai turchi la minoranza musulmana di thrace chiamati pomaki sono gli antichi agreti che sono stati islamizzati forzatemente ma gli fanno passare per turchi ovviaente ua parte di loro sta in bulgaria i vlachi sono pure razze greche costrette a vivere nelle montagne e spostarsi sotto gli ottomani di conseguenza hanno subito forzature di assimilarsi ai linguagi di ogni paese balcanico ma non hanno perso dell tutto l’identita della loro origine ci sono migliaia di greci nei paesi dell est russia turchia romania edio oriente caucaso non dimentichiamo le dcine di colonie greche che millioni di greci vivevano dall antichita fino al arrivo dei turchi cmq i greci tra di loro si riconoscono hanno tradizioni millenarie di balli canti ecc le popolazioni slave tuche ecc sono state cacciate piccoli gruppi rimasti sono stati assorb?it,i o autoe,stini i greci non si sposavano con razze non greche. O imparentate…

    • Darius
      gennaio 2, 2014

      Pubblico per gentilezza solo questo primo commento di tre molto lunghi e poco utili scritti dalla stessa persona. Forse lo cancellerò in futuro. È bene che chi commenta sia breve e chiaro.
      Da quello che mi risulta l’elemento slavo a cui allude qualche ricercatore è quello “originale” delle migrazioni dell’inizio del Medioevo, non dei balcanici slavizzati. Pare che più o meno tutte le principali popolazioni balcaniche ne abbiano assorbito una modesta o moderata quantità proveniente dalle zone di espansione a nord. Penso che un po’ si veda anche dalla relazione fra Polonia e Grecia (la parte continentale, se si riesce a immaginarla senza Creta e le isole) nei grafici a pagina 9 del documento citato “The Geography of Recent Genetic…”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il giugno 25, 2013 da con tag , , , , , , , .

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: